LaLuceCheCercavi

Sito Cattolico

Piccola Medjugorje

Banner

 
   
  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
28/02/2018 06:30  

Pensiero spirituale del mattino 28 febbraio 2018. XIV giorno di quaresima

Basta affliggerci, basta trattenerci, basta far finta di credere alle chiacchiere dei superficiali! È tempo di fare, di realizzare, di sentirsi realizzati. Noi tutti siamo dipendenti di noi stessi, una fabbrica dell'invenzione,
dell'entusiasmo; ognuno concorre a realizzare le proprie soddisfazioni. Che bello sapere che esistono dei punti di riferimento, delle persone che possono dare consigli, dare delle indicazioni, rispondere alle nostre domande! Si amici, noi viviamo tutti in un grande "capannone industriale" dove ognuno produce senza essere sottoposto a prova di assunzione: sarà la nostra "produzione" a generare giudizi sul nostro operato. "L'industria" di Dio non ha padroni, perché lui stesso è il titolare della sua azienda e dal cielo controlla l'operato di ognuno. Perciò andiamo sicuri nelle nostre svariate scelte e non esitiamo per lo stipendio: lo avremo tutti accompagnato dalla tredicesima! Tutti avremo la pensione eterna...
Buona giornata di affari veri! Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, "il supermercato", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
27/02/2018 06:30  

Pensiero spirituale  del mattino  27 febbraio 2018. XIIII giorno di quaresima

Pensiero spirituale del mattino 27 febbraio 2018. XIIII giorno di quaresima

Usiamo molta attenzione e cautela quando dobbiamo manifestare la nostra opinione, perché a causa della spontaneità e della nostra semplicità potremmo ritrovarci nei guai per cose che non abbiamo fatto né detto. Difendersi dalle pazzie di alcuni non è semplice! Con niente si diventa preda di chi cerca facili notizie di "cronaca distruttiva"...il famoso "scoop"! Una grande guerra mediatica che non risparmia nessuno. Tanto capita, senza distinzione tra chi si espone nel fare del bene o a chi preferisce costruire profonde voragini di male.
Cosa possiamo fare se non ritrovarci tutti intorno al SS. Sacramento e abbandonarci a Lui! Lì ognuno di noi può sentirsi protetto dallo sguardo marcio di quella gente che si diverte a mettere in difficoltà chi cerca di vivere nella semplicità. Sì amici, le nostre tentazioni spesso sono proposte da persone impensabili, perciò bisogna stare attenti a chi frequentiamo e dove andiamo. Se scegliere il bene o il male dipende dalla nostra fede, dalla nostra volontà, da ciò che ci piace fare. "Prevenire è meglio che curare!" ...scegliamo sempre il meglio, scegliamo sempre di vivere in pace e con chi ama la legalità! Buona giornata senza pensieri pesanti! Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, "il meno di zero", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
26/02/2018 06:30  

Pensiero spirituale  del mattino  26 febbraio 2018. XIII giorno di quaresima

Pensiero spirituale del mattino 26 febbraio 2018. XIII giorno di quaresima

Ciò che proponiamo, e come lo proponiamo, ci farà diventare esperti di un settore per il quale saremo presi in considerazione.
A volte può succedere che si hanno belle idee ma per il nostro modo di essere, o troppo timido o troppo arrogante, ciò che proproniamo non interessa a nessuno. Ecco perché è necessario che per raggiungere l'obiettivo bisogna patire, in modo che il patimento maturi la nostra esperienza togliendoci di dosso la paura di proporci. Usare bene la propria intelligenza, con un pizzico di simpatia, equivale ad avere la parola che convince, che da' fiducia a chi è indeciso. Amico o Amica, la nostra vita ha uno spazio tutto nostro, basta trovare dove stabilirsi e stare bene! Non dimentichiamo di usare il buon senso: farsi spazio schiacciando il nostro prossimo ci farà annegare nel fango della terra che calpestiamo, e saremo schiacciati dalla nostra stessa prepotenza! Ora riflettiamo in silenzio e organizziamoci per agire sempre con delicatezza e tantissima pazienza, per essere notati come persone umili, oneste e sulle quali si può contare. Buon giorno e buona "vacanza lavorativa" con tantissima provvidenza! Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, "il porta sale grosso", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
25/02/2018 06:30  

Meditazione spirituale  del 25 febbraio - II domenica di Quaresima - XII giorno

Meditazione spirituale del 25 febbraio - II domenica di Quaresima - XII giorno

Ascoltare non significa solo far attenzione a ciò che viene letto, ma seguire e mettere in pratica ciò che viene proclamato. Tutti dobbiamo essere ascoltatori della Parola, di ciò che contiene e anche da chi viene annunciata. La parola del Signore non arriva mai uguale all' orecchio di chi ascolta, molte volte
dipende anche da chi la proclama. Se la Santa Parola nasce dal sacrificio, dall'amore, dal pentimento e sopratutto dal cuore, è Parola Vera e da' frutto, se invece viene proclamata perché deve essere solo esposta, non scuote nessuna coscienza. Chi sa ascoltare sa agire, chi non vuole ascoltare cammina da solo ed è meglio non incontrarlo! Tutti abbiamo l'obbligo di ascoltare per essere tra quelli che Dio ha scelto per tramandare la Verità della Sua Santa Parola.

Piccolo pensiero Mariano

Figli del sacrificio di mio figlio, siate prudenti, non esponete il vostro cuore a chi potrebbe rubare la grazia che mio figlio ha stampato in ognuno di voi! La malvagità della terra colpisce ognuno, voi affidatevi a me e sarete salvaguardati dal tormento del peccato. Mio figlio vi ama, io vi amo!"

Buongiorno amici e buona domenica di Quaresima. Ricordiamoci sempre di compiere il bene! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "l'ultimo dei peccatori del mondo", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
24/02/2018 06:30  

Pensiero del  mattino  24 febbraio 2018 XI giorno di quaresima.

Pensiero del mattino 24 febbraio 2018 XI giorno di quaresima.

Se non riusciamo a spuntarla con i nostri capricci, non mettiamo in condizione gli altri di doverci allontanare per non essere annebbiati dalla nostra insistenza! Quando discutiamo e vogliamo a tutti i costi imporre il sigillo della nostra verità, cerchiamo di capire anche l'altra verità; per non essere additati come presuntuosi impariamo ad ascoltare di più! Noi, appunto, non siamo la pura verità, che sola continua ad essere mortificata da questo peccaminoso sistema corrotto! Chi non ama confrontarsi non è veritiero e non può che proporre la propria caparbietà. Tutti abbiamo qualcosa da dire, da raccontare, la Verità è testimoniata dai fatti che accadono o che sono accaduti. La storia della Vera Verità l'ha scritta solo uno: Gesù Cristo, nostro Signore, che è nato, morto e Risorto per noi: in tutta la storia l'unica tomba che è rimasta vuota è la Sua, le altre dovranno aspettare la Risurrezione, alla fine dei tempi! Perciò mai credere che noi siamo i veri, i puri, gli onesti, quelli che sanno governare... ma sentiamoci piuttosto dei semplici, inutili, servitori al servizio di Dio che sempre sarà la Verità Assoluta, della quale siamo totalmente indegni! Buona giornata da veri Cristiani! Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, "il soldato semplice", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
22/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino  22 febbraio 2018   Nono giorno di quaresima.  Cattedra di Pietro...

Pensiero del mattino 22 febbraio 2018 Nono giorno di quaresima. Cattedra di Pietro...

Non negare un tuo beneficio al tuo prossimo. Non chiuderti dal compiere il bene. Sostieni chi ha bisogno. Non distruggere la speranza. Aiuta chi ti chiede aiuto: in questo Dio si compiacerà di te! Tenersi solo per sé il benessere fa diventare, prima o poi, traditori della grazia di Dio ...e prima o poi ne verremo privati! Lasciare in eredità ogni cosa, senza che il "fortunato" dovrà fare alcun sacrificio, equivale a consegnargli la morte interiore. Chi gestisce male le proprie fortune, chi non costruisce il bene anche attraverso opere di carità, non avrà amicizie vere ma opportunismo e slealtà. Impariamo ad essere veri, gentili e solidali ed evitiamo di farci assorbire dalle tenebre dell' avarizia, della disonestà, dei falsi miti, in poche parole godiamoci il bene facendo del bene, bene, e una grande gioia invaderà il nostro cuore. Buona giornata di tanta carità! Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, il "tutto ciò che ho é di Dio", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
21/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino  21 febbraio 2018 - Ottavo giorno di quaresima

Pensiero del mattino 21 febbraio 2018 - Ottavo giorno di quaresima

Denunciamo sempre l'opera del demonio alle autorità competenti. Denunciamo senza farci venire scrupoli, senza ripensamenti; il male non si fa nessun problema ad infligge guai e tentazioni!
Andiamo a denunciarlo attraverso una buona e profonda confessione, perché così facendo lo indeboliamo e possiamo frenare le sue devastazioni. Quando vediamo cattive azioni o comportamenti sgradevoli nei confronti dei semplici, non esitiamo a mettere in guardia il mal capitato, per non essere complici del male! Ogni uomo che si lascia corrompere attraverso il facile guadagno, attraverso gli imbrogli, diventa diabolico ed è uguale e preciso al male e quindi va denunciamo alle “autorità competenti”. Chi sbaglia va’ denunciato, chi non mantiene la parola data và allontanato, chi si crede superiore a tutti è uguale e preciso al demonio, e lui non fa sconti a nessuno. Perciò questi abusi diabolici vanno segnalati per evitare di far soffrire le famiglie serie, cioè quelle che pagano le " tasse", che fanno sacrifici e rinunce e che vivono da veri cristiani; queste persone vanno aiutate e incoraggiate. Basta essere maltrattati, presi in giro, tutti ti vogliono, tutti ti cercano, solo richieste di vittoria, richieste di successo ...mai nessuno si presenta per dire “ho fatto questo per Gesù”, “per i poveri, per i più piccoli del Vangelo”, senza nulla a pretendere! Buona giornata amici, riflettiamo prima di essere strumentalizzati dal male. Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, “il portaborse”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
20/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino di martedì 20 febbraio 2018

Pensiero del mattino di martedì 20 febbraio 2018

Settimo giorno di quaresima.
Stravolgiamo la nostra vita con conoscenze nuove, impariamo a vivere meglio il nostro cristianesimo o la nostra superficialità ci porterà verso il niente! Il potere del Cristiano non sono i soldi, ma la forza di sconfiggere il male attraverso il nome di Gesù! Diffidiamo da quelli che dicono che satana non esiste, che le maledizioni sono solo chiacchiere… questa gente non sa quanto è forte il tentatore! Riflettiamo un attimo: se non fosse vero, che senso avrebbe la venuta di Gesù sulla terra …se non ad indicarci le armi da usare per sconfiggere ciò che molti non vogliono che si creda! Per tante persone la domenica è giorno di svago, di divertimento, di riposo, dedicato alle compere: ottimo, va benissimo, ma se la santificassimo con la Santa Messa sicuramente vivremmo con più serenità! La serenità è di tutti, ricchi e poveri. Dio la mette a disposizione di chi lo riconosce e riconosce suo figlio Gesù. Si, amici, diffidiamo della gente che parla male della Chiesa, di Gesù Cristo e dei suoi amici, non vogliono salvarsi e non vogliono farci salvare, perché nostri tentatori. Viviamo sempre nel silenzio della preghiera e preghiamo per la loro conversione. Buona caccia a fare del bene. Vi benedico.
Diacono don Emilio Cioffi, “il solitario” di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
19/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino di lunedì 19 febbraio 2018

Pensiero del mattino di lunedì 19 febbraio 2018

Sesto giorno di quaresima.
Siamo controllati da macchine che non risparmiano nessuno; macchine che gestiscono le nostre vite, il nostro consumo, sanno tutto di noi… tutto dipende da loro. Siamo inseriti in un sistema informatico che non prova emozioni, non prova giustizia, sa solo che deve colpire senza essere indebolito dai nostri problemi. chi ha causato tutto questo malessere che travolge tutti? Difendiamoci da questi robot senza cuore, non diamo troppe informazioni di noi, a chiunque il nostro telefonino… Rifiutiamo di esporci per non essere additati come presuntuosi; noi non abbiamo bisogno di ciò, sono altre le cose che ci servono. La nostra dignità possiamo trovarla solo facendo del bene, il male non ha forza, non ha potere, il bene vince e vincerà contro queste macchine che non potranno mai avere sentimenti, né versare lacrime d’amore o di dolore. Come sarebbe bello scoprire l’Infinito Dio che non usa Internet per parlaci, ma utilizza la “waifai” dello Spirito Santo! Cerchiamo di comunicare tra di noi con parole e visite vere, guardando negli occhi il nostro interlocutore! Dio è amore puro. Buona giornata amici e non fidiamoci troppo di chi gestisce il cervellone del mondo! Vi benedico.
diacono don Emilio Cioffi, “il wotzap” di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
18/02/2018 06:30  

Meditazione spirituale della prima domenica di Quaresima 18 febbraio 2018 quinto giorno di Quaresima

Meditazione spirituale della prima domenica di Quaresima 18 febbraio 2018 quinto giorno di Quaresima

In questo periodo particolare dell'anno, la chiesa madre ci porta a rivivere i quaranta giorni di isolamento dal mondo, vissuti nel deserto da Gesù, prima della Pasqua. Viviamolo intensamente, soprattutto abbandoniamoci come ha fatto Gesù, allo Spirito che guida e che porta sollievo. Gesù è stato tentato nel deserto noi veniamo tentati continuamente su questa terra che c'è stata donata per accudirla, per difenderla, per proteggerla, non discutiamo su cose che sono più grandi di noi, ma viviamo intensamente questo tempo con riflessione e digiuno; digiuno che può essere inteso anche come: perdonare chi non lo merita; come: farsi risentire da chi ti ha offeso; come: andare a trovare qualche familiare che da molto non vediamo... Le tentazioni sono forti e ci scatenano l'orgoglio che ci allontana dall'essere "uomo-creatura" di Dio, persone di preghiera, perciò, convertiamoci tutti e crediamo al Vangelo.

Piccolo pensiero Mariano

Figli del dolore, consolatevi tra di voi, comportatevi bene tra di voi, se trovate qualche figlio desolato dategli una parola bella, consegnate a loro il cuore mio, parlate di me di mio figlio, non spaventatevi di fronte alle ingiustizie; l'ingiustizia serve a creare la giustizia, come la guerra serve a creare pace perché il bene vince sempre!

Buongiorno amici, buona domenica di Quaresima, siamo generosi, proviamo ad essere più miti. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il tappetino", di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
17/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino di sabato 17 febbraio 2018

Pensiero del mattino di sabato 17 febbraio 2018

Quarto giorno di quaresima.
Un’altra settimana è passata, volata, divorata dal tempo che vola senza sosta. Sembra quasi che tutto il nostro tempo viene macinato da due ruote di pietra, in un mulino severo che raccoglie tutto di noi, per impastare i nostri giorni, a volte duri e a volte morbidi. Perciò è necessario vivere con minor tensione e non lasciarsi travolgere da eventi negativi! Per vivere tranquilli basta non tirare “pietre” a nessuno, se si vuole evitare di essere bersagliati dal nemico… Chiudiamo gli occhi, tappiamoci le orecchie, cuciamoci la bocca e andiamo avanti solo nelle cose buone, stringendo fra le mani la corona del Santo Rosario. Chiediamoci come sarà la nostra giornata di oggi; sicuramente bella se abbiamo riposto nelle mani di Dio il nuovo giorno! Ricordiamoci che le belle cose vanno desiderate e, se del male riceviamo, offriamo le nostre sofferenze a Dio senza far rumore: nel silenzio c’è la vittoria del giusto. Buongiorno, amici spirituali. Vi benedico.
diacono don Emilio Cioffi, “il trattore” di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
16/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino di venerdi 16 febbraio 2018

Pensiero del mattino di venerdi 16 febbraio 2018

Terzo giorno di quaresima e primo venerdì di quaresima.
Astenersi dalla carne e fare digiuno, eliminando almeno un pasto. Servirà a dare onore a tanti uomini, secondo loro importanti, solo perché rivestono ruoli importanti? Siamo certi che vale la pena appoggiare le loro illusioni, e che sia giusto propagandare le loro persone? Fermiamoci di osannare e mettere in vetrina questi uomini che illudono senza pudore. Smettiamola di applaudire fino a farci diventare le mani rosse come fuoco… Basta essere loro bersagli, basta farsi strappare il nostro “si” vero! Oggi dobbiamo guardare il cuore e non il loro volto! Siamo in quaresima e questo periodo lo dobbiamo vivere chiedendo al Signore di indicarci la strada e per decidere se vale la pena sprecare la nostra libertà, lasciandola alla mercede di tutti. Rivestiamoci di carattere e impariamo anche a dire “no” a chi non merita il nostro sincero “si”. Buona giornata, amici, e non lasciamoci imbrogliare da nessuno. Solo Dio è la nostra vittoria. Vi benedico.
diacono don Emilio Cioffi, la “lente d’ingrandimento”, di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
15/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino di giovedì 15 febbraio 2018

Pensiero del mattino di giovedì 15 febbraio 2018

Secondo giorno di quaresima.
Ci sono tanti modi per farsi apprezzare, quello più duro è di restare in silenzio dinanzi a chi, con le sue iniziative, ha sminuito e sminuisce in ogni modo il valore di persone valide ed esperte. Non scoraggiamoci a causa di chi non ci considera, noi non dipendiamo da loro, né loro ci hanno creato! Sentiamoci liberi e sfruttiamo il nostro tempo con impegni seri. La differenza si vedrà strada facendo. Noi dobbiamo solo essere semplici e veritieri, questo ci aiuterà a volare in alto. Tutto ciò che siamo è scritto: Dio ci ha pensati prima che nascessimo, perciò è necessario incontrarlo con atteggiamenti di saggezza e stabilità… chi ha questi doni sa fare ogni cosa senza stancarsi mai di vivere liberi da qualsiasi inciucio. Buongiorno amici, vi auguro sempre di vivere in pace! Vi benedico.
diacono don Emilio Cioffi, “il penitente” di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
14/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino 14 febbraio - Mercoledì delle Ceneri

Pensiero del mattino 14 febbraio - Mercoledì delle Ceneri

Tu che dici di essere cattolico e cristiano, cosa fai in questa giornata e nel periodo quaresimale che inizia oggi? Sicuramente molti di voi che fanno un cammino di fede sapranno come comportarsi in questo inizio quaresimale, ma quanti altri che si professano cattolici non sanno nulla? Proviamo a vedere con semplicità, con una piccola catechesi whazzappiana. Partiamo da oggi: ogni cattolico che tale si professa, dovrà sempre, se può, recarsi in chiesa per ricevere le Sacre Ceneri sul capo. Da oggi inizia la Quaresima con questa frase: “Ricordati uomo che sei polvere e polvere tornerai, convertiti e credi al Vangelo” e siamo a quaranta giorni dalla Santa Pasqua. In questa giornata e per ogni Venerdì della Quaresima, bisogna fare digiuno (a pane ed acqua) e non mangiare carne, compresi i bambini. È necessario avvicinarsi al sacramento della confessione in un modo diverso, specialmente per chi non si confessa mai. Cercare di partecipare al rito della Via Crucis; cercare di partecipare alle catechesi quaresimali, per apprendere meglio il percorso penitenziale di questo cammino quaresimale. Questo, amici, per rivivere in parte la passione di Gesù. Cerchiamo di fare pace con noi stessi per amare il nostro prossimo e non promettiamo ciò che non faremo mai. Vi auguro una splendida giornata e un buon cammino di fede. Vi benedico.
diacono don Emilio Cioffi, “il penitente” di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
13/02/2018 06:30  

Pensiero del mattino di martedi 13 febbraio 2018

Pensiero del mattino di martedi 13 febbraio 2018

Cosa possiamo farci se quello che vorremo noi non è sempre possibile? A volte, come dicevano gli antichi, “ogni impedimento può essere giovamento”, perciò non avversiamoci contro chi dovrebbe dirci di si e non lo fa! Dio permette certe sofferenze per smorzare in noi i capricci dei desideri. Noi tutti dobbiamo tornare a vivere nel “saperci accontentare”, anche se a volte è duro farlo, dobbiamo vedere le privazioni come piccoli digiuni e purificazioni del nostro corpo e della nostra anima. Anche Gesù, sulla croce, fece questa esperienza e addirittura alla sua richiesta di acqua gli venne dato aceto, ma non si lamentò. Allora, troviamo anche noi un sistema e, ad ogni negazione associamo una preghiera ed un perdono! Quindi, ad esempio, se ci manca il cibo, un bel “Padre nostro”; se ci manca il lavoro la preghiera a “San Giuseppe”; se per la salute la preghiera: “Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio….”. Se non riusciamo ad arrivare a fine mese il “Responsorio a Sant’Antonio”… E poi ditemi voi se questo metodo può aiutarvi. Buona giornata di voglia di cantare e ringraziare Dio per il dono della vita. Vi benedico.
diacono don Emilio Cioffi, il “cerco di risolvere tutto con Dio” di Dio. Amen.


   

La luce che cercavi | Corso XXV archi, Roccaravindola, 86070 | (IS) - ITALIA | Tel: 349 50 75 948 |