LaLuceCheCercavi

Sito Cattolico

Piccola Medjugorje

Banner

 
   
  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
01/07/2018 15:16  

Meditazione spirituale della tredicesima Domenica del Tempo Ordinario -

Meditazione spirituale della tredicesima Domenica del Tempo Ordinario -

La costanza nel fare le cose è segno di stabilità. Cercare di vivere secondo natura e seguire il creatore. Vivere solo nella propria dimensione, si esclude la grazia di Dio.
Noi tutti, dobbiamo partecipare in modo semplice alla vita quotidiana dell'amore. L'amore non è un treno che corre veloce ma è un gustare il proprio tempo con sottomissione a Dio. Chi non vuole partecipare al regno di Dio è solo e non ha voglia di amare nessuno e tutte le scuse e i suoi pretesti diventano la sua forza per confondere i deboli. Cercate Dio in ogni cosa in ogni gesto e lasciate che la Sua potenza possa prendere possesso dei nostri giorni.

Piccola meditazione Mariana

Figli, siate sempre pronti per essere chiamati al cielo. Non permettete a nessuno di distrarvi dal regno del cielo. Cristo, mio figlio Gesù, ha salvato questa umanità attraverso il suo sangue, la sua sofferenza e la mia accettazione al dolore. Chi di voi non si sente figlio non potrà sentire la mia maternità e quanto lo amo. I giorni avvenire si trasformeranno in lotte, in fuoco, in acqua; Solo alzando lo sguardo al cielo è possibile trovare la speranza. Siate figli come io sono Madre per Amore.

Buongiorno amici, buona domenica a tutti. Raccomando la santa messa è l'unico mezzo per guarire dalle nostre sofferenze spirituali.
Talita kum!... Alzati!
Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "l'autista personale", di Dio. Amen, Ave Maria.


  (GALLERIA IMMAGINI)
01/07/2018 18:57  

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

...piccoli segni...

.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
02/07/2018 22:39  

Coraggio...

Coraggio...

Cerchiamo di vivere in grazia di Dio anche oggi. Se ieri non abbiamo passato una giornata tranquilla per qualche motivo di forte contraddizione, non è detto che non potremo essere sereni oggi! A volte è necessario comprendere che cosa significa avere fede ed essere pazienti per non cadere nella fossa della infelicità. Speriamo sempre nel meglio, non soffermiamoci sulle cose vecchie. Il passato non ci deve ostacolare non ci appartiene più. É possibile avere un futuro fiorente, se abbiamo Fede, se non ci abbandoniamo alle delusioni ed ai rancori, ma soprattutto se non restiamo ad aspettare la vendetta ...sono tutte cose che ci possono distruggere il futuro. Lasciamo che tutto passi. Le storie di ieri non servono a fare benzina per il nostro motore, quello che conta, da questo momento in poi, è avere fede! "Fede" significa fidarsi di ciò che Gesù, Maria e lo Spirito Santo hanno preparato per noi in questa nuova giornata. Solo così le benedizioni di Dio Padre scenderanno abbondantemente sopra ciascuno noi.

Buona giornata amici, si vive meglio se pensiamo al futuro!Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "la pala eolica", di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
03/07/2018 08:28  

Scelta giusta...

Scelta giusta...

Perché è così difficile creare un rapporto con le altre persone? Tutti dicono di volere la pace però nessuno fa niente per far sì che sia duratura; tutti dicono di volere un mondo migliore ma al primo intoppo si scatena la guerra! Amici, la nostra vita è appesa ad un filo sottile: viviamo seriamente in pace, torniamo a rispettare con fatti reali le nostre famiglie, non viviamo creando disagi, non trasformiamo una cosa semplice in “un fatto di stato”, la nostra superbia dura poco perché non è possibile vivere come sepolcri imbiancati: “belli fuori ma putridi dentro”! È vero, questo mondo ci offre tante distrazioni che ci distolgono dal bene spirituale, ma non deve essere motivo di allontanamento da Dio. Guadagnare la serenità interiore, la pace, non ha prezzo. Chiediamo a Maria, la nostra Mamma celeste, di aiutarci in questo cammino spirituale duro ma allo stesso tempo ricco del vero significato. Buongiorno amici, cerchiamo di trovare la vera pace! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “il sottomesso”, di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
04/07/2018 07:12  

Minimamente siamo

Minimamente siamo

Siamo tutti uguali, sembrerà strano, ma noi tutti abbiamo le stesse caratteristiche: fatti ad immagine di Dio! ...Proprio per questa somiglianza dovremmo essere tutti più disponibili a rispettarci. Noi non abbiamo la sfortuna, ma la fortuna di assomigliarci l'un l'altro. Fare del male è farsi del male, compiere il bene è stare bene! Perciò si dice "non sputare in cielo che può ricaderti addosso". Tutti abbiamo bisogno di essere amati, chi non vuole questo non può sentirsi vivo. L'amico William mi ha detto questa bella parola: "Anche una roccia si lascia accarezzare dal vento perché ha lo stesso ed unico creatore"!
Per questo non limitiamoci a dire "io non ho bisogno di nessuno" ma cerchiamo di essere tutti fratelli in un solo Dio. Chi di più ha di più dia! questa legge pochi la conoscono ma è l'unica che non discrimina il più debole. Se proprio non riusciamo ad essere "massimo" sforziamoci almeno ad essere "minimo", se intendiamo mantenere un rapporto con Dio. Poi facciamo sempre secondo la nostra coscienza.
Buongiorno amici, oggi non dobbiamo fare nulla di male! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il benedizionale", di Dio. Amen
Ascolta il canto scritto e cantato da me : IO credo


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
05/07/2018 07:04  

l'attesa ...

l'attesa ...

Quali sensazioni può suscitare l'attesa?
Per alcuni può diventare motivo di gioia, per altri di paura o di malinconia o di sorpresa. L'attesa è come fermarsi in una stazione in attesa del treno che ci porterà lontano; in quell'attesa il tempo si perde in un profondo sospiro.
L'attesa potrebbe anche essere come un lungo silenzio o come logorante "tic tac" di un orologio appeso al muro... o lunghi binari che non si sa dove si fermeranno. Chiunque attende sa che avrà una sua risposta, si può attendere in qualsiasi condizione sociale o di salute, l'attesa non fa differenze...
C'è poi l'attesa del dolore, che nessuno mai vorrebbe avere; l'attesa dell'amore, delle risposte... L'attesa a volte é crudele e non risparmia nessuno, altre volte è lusinghiera e gratificante. Tutti attendiamo qualcosa ma in tutto ciò chiediamo sempre al Signore di trasformare le nostre attese in dolce sollievo. "Ammazziamo" l'attesa pregando affinché ci arrivi benessere e non guai.
Buongiorno a tutti voi, amici che attendete delle risposte, vi auguro che siano tutte positive. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il postino", di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
06/07/2018 07:28  

Pensaci, prima di agire

Pensaci, prima di agire

Iniziamo questo nuovo giorno chiedendo al Signore: "Signore fammi fare le cose che hai deciso tu e non quelle che vorrei fare io"
Cresciamo nella fede, fortifichiamoci e non stanchiamoci mai di sperare in Dio. Non diamoci in pasto al peccato: la bestia del peccato si nutre solo dei nostri sbagli! Ricordiamoci che il nemico, il nostro nemico, è sempre in agguato e fa di tutto per distoglierci dalla speranza della Provvidenza, perché cerca di renderci nemici di Dio. La nostra giornata la dobbiamo vivere secondo la legge di Dio, rispettando tutto ciò che i nostri occhi incrociano, portando ordine, pace e amore. Usciamo di casa dicendo: "Gesù fammi incontrare chi ha bisogno del mio aiuto o qualcuno che possa aiutarmi", sicuramente qualche cosa di bello accadrà. Buongiorno amici e buon venerdì a voi tutti che moltiplicate l'amore. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il tosatore di pecore", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
07/07/2018 07:24  

sorvegliati speciali...

sorvegliati speciali...

Abbiamo mai pensato che tutti noi veniamo dal cielo. È dove lui ci manda li lo troveremo perciò non vale la pena frustrarsi se non sempre possiamo rimanere dove ci piace stare. L'ubbidienza fa parte del grande mistero di Dio. Siamo nati per essere al servizio di Dio e dove Lui ci manda li fissiamo la nostra dimora fino a nuova destinazione. Tutti noi siamo operai di tutti semza fare distinzione a chi stiamo a servire. Ognuno deve celebrare la propria giornata il proprio sacrificio ubbidendo sempre e ascoltando sempre alla propria coscienza voce infallibile di Dio. Il Signore Gesù sta' sempre dove ci manda e rimarrà fino a nuovo destinazione. Non ubbidire significa restare da soli restare in disubidienza non ci fa crescere nella fede . Per questo non laceriamoci il fegato se a volte bisogna restare dove non vorremo rimanere e andare dove tutto può semplificare la nostra vita restiamo li dove Gesù ci vuole scappare da una ubbidienza significa abbandonare il campo e lasciare gli altri allo sbaraglio. Per questo amici fidiamoci di chi ci chiede di andare, mai andare dove bene non si dà. Buongiorno amici buon sabato di prosperità vi benedico diacono Don Emilio Cioffi l'ascoltatore di Dio Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
08/07/2018 07:29  

Meditazione spirituale della XIV Domenica del Tempo Ordinario

Meditazione spirituale della XIV Domenica del Tempo Ordinario

La gloria di Dio si trova nella grandezza del suo Creato. Nessun uomo sulla Terra, può aver realizzato ciò che il creato ha, basta Alzare gli occhi e guardare lo splendore del suo cielo. Il firmamento, le stelle non possono essere state fatte dall'uomo, i suoi colori, la sua vita non sono stati creati dalla nostra superbia, basta vedere ciò che di bello accade davanti a te e questa è la prova che solo Lui, Dio, l'ha potuto creare. La bellezza della natura, lo splendore della sua luce, i suoi raggi che accarezzano i suoi fiori. Nessuno di noi deve avere dubbi di ciò che Dio ha creato. L'uomo tende sempre a distruggere il creato, a modificarne l'aspetto. Dio non ha paragoni.

Piccola meditazione Mariana

Figli amatissimi, ascoltate e mettete in pratica il Vangelo. Meditate la parola di mio figlio giorno dopo giorno, non lasciatene nulla, ma conservatela nei vostri cuori, come tenere un amore per i propri figli. Mio figlio Gesù, sa bene che il peccato avanza sempre di più per distruggere dove il suo amore passa, ma voi resistete e combattetelo con il perdono. La guerra del bene e del male ci sarà sempre, fino alla fine dei tempi. Non amareggiatevi, ma lasciate che mio figlio lotti insieme a voi.

Buongiorno amici, buona domenica. Oggi mi trovo al santuario di San Gabriele dell'Addolorata. Pregherò per voi. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il dorme poco", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
08/07/2018 07:29  

Meditazione spirituale della XIV Domenica del Tempo Ordinario

Meditazione spirituale della XIV Domenica del Tempo Ordinario

La gloria di Dio si trova nella grandezza del suo Creato. Nessun uomo sulla Terra, può aver realizzato ciò che il creato ha, basta Alzare gli occhi e guardare lo splendore del suo cielo. Il firmamento, le stelle non possono essere state fatte dall'uomo, i suoi colori, la sua vita non sono stati creati dalla nostra superbia, basta vedere ciò che di bello accade davanti a te e questa è la prova che solo Lui, Dio, l'ha potuto creare. La bellezza della natura, lo splendore della sua luce, i suoi raggi che accarezzano i suoi fiori. Nessuno di noi deve avere dubbi di ciò che Dio ha creato. L'uomo tende sempre a distruggere il creato, a modificarne l'aspetto. Dio non ha paragoni.

Piccola meditazione Mariana

Figli amatissimi, ascoltate e mettete in pratica il Vangelo. Meditate la parola di mio figlio giorno dopo giorno, non lasciatene nulla, ma conservatela nei vostri cuori, come tenere un amore per i propri figli. Mio figlio Gesù, sa bene che il peccato avanza sempre di più per distruggere dove il suo amore passa, ma voi resistete e combattetelo con il perdono. La guerra del bene e del male ci sarà sempre, fino alla fine dei tempi. Non amareggiatevi, ma lasciate che mio figlio lotti insieme a voi.

Buongiorno amici, buona domenica. Oggi mi trovo al santuario di San Gabriele dell'Addolorata. Pregherò per voi. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il dorme poco", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
09/07/2018 21:57  

La serietà...

La serietà...

Non prendiamo le cose serie con superficialità
ma valutiamo tutto con serietà. La preghiera, l'acqua, il pane, l'olio... sono tutti doni preziosi che la madre terra e il cielo ci hanno donato per essere utilizzati per il nostro bene e non usati con egoismo e disinteresse. Infatti la parola stessa "utilizzare" ci fa capire che essendo cose preziose vanno gestite con parsimonia. Mentre se noi tutti "usiamo" il bene proveniente dal cielo, non ha lo stesso significato di "beneficarne". Si può usare una macchina, un'abitazione o altri oggetti, ma non il mistero della chiesa di cui si può beneficiare e che va utilizzato per il bene comune. Amici, non è possibile più pensare che tutto ci è dovuto e che tutto possiamo a nostro piacimento. In questo nostro atteggiamento non ci può essere Dio, ma è come avere un corpo senza l'anima. L'utilizzo rispettoso e serio deve essere il nostro impegno verso queste cose preziose scese dal cielo.
Buongiorno amici Vi auguro ogni bene e vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "lo straccio del pavimento", di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
09/07/2018 21:57  

La serietà...

La serietà...

Non prendiamo le cose serie con superficialità
ma valutiamo tutto con serietà. La preghiera, l'acqua, il pane, l'olio... sono tutti doni preziosi che la madre terra e il cielo ci hanno donato per essere utilizzati per il nostro bene e non usati con egoismo e disinteresse. Infatti la parola stessa "utilizzare" ci fa capire che essendo cose preziose vanno gestite con parsimonia. Mentre se noi tutti "usiamo" il bene proveniente dal cielo, non ha lo stesso significato di "beneficarne". Si può usare una macchina, un'abitazione o altri oggetti, ma non il mistero della chiesa di cui si può beneficiare e che va utilizzato per il bene comune. Amici, non è possibile più pensare che tutto ci è dovuto e che tutto possiamo a nostro piacimento. In questo nostro atteggiamento non ci può essere Dio, ma è come avere un corpo senza l'anima. L'utilizzo rispettoso e serio deve essere il nostro impegno verso queste cose preziose scese dal cielo.
Buongiorno amici Vi auguro ogni bene e vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "lo straccio del pavimento", di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
10/07/2018 07:17  

...essere “qualcuno”

...essere “qualcuno”

A cosa può servire essere “qualcuno” se poi non si guarda in faccia a nessuno, neanche per un semplice consulto?! Tutto si paga, non si può neanche morire in pace, direbbe qualcuno! Cosa cercano queste “personalità” dal semplice popolo che a stento si regge in piedi e si sforza a tenere alta la propria dignità? Aiutiamo quando possiamo, non abbandoniamo nessuno e non rimandiamo a casa nessuno deluso dalla nostra indifferenza. A volte basta anche un semplice sorriso, una dolce parola ed è possibile salvare una vita da un abisso. Non dimentichiamo che ci sono persone che non si possono permettere nulla se non quel minimo che riescono a racimolare. È ovvio che tutti siamo liberi di aiutare, di farlo o non farlo. Dio sa tutto di noi e sarà Lui a giudicare anche del bene che si poteva donare. Amici, una piccola attenzione data al proprio possimo si trasforma in grazie che avremo dal cielo e nessuno verrà dimenticato. Fare la cosa giusta va sempre bene!
Buongiorno amici, cerchiamo di aiutare chi ha bisogno! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “il pezzente”, di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
11/07/2018 16:46  

Diamoci una risposta...

Diamoci una risposta...

Viene da chiedersi come mai molti di noi non amano fare un percorso spirituale. Perché si ama più organizzare viaggi di piacere e divertimenti stratosferici e mai un viaggio spirituale? Cosa hanno di diverso queste anime che nonostante si dichiarano credenti non praticano nessun tipo di percorso spirituale? ...Vedere questi fratelli incravattati e imbarazzati, costretti a riti religiosi come matrimoni, battesimi, cresime o tristi funerali, dove il loro andare diventa quasi "tortura doverosa" mentre aspettano la fine dei riti religiosi sbuffando e lamentandosi della loro lunghezza... fuori della chiesa. Perché tutti questi atteggiamenti negativi nei confronti del Sacro? Cosa trattiene questi fratelli così presi dai vizi terreni? Mi chiedo, chi sa se organizzando un party o una partita di calcio in chiesa, con giocatori famosi e vip televisivi, se entrerebbero? Sicuramente cercherebbero, con raccomandazioni, di occupare i primi posti!
Buongiorno amici, diventiamo più attenti alle cose di Dio! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "lo stradino", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
12/07/2018 11:46  

Seminiamo....

Seminiamo....

Tutti si sentono autorizzati ad offendere e giudicare, ma dove viviamo? Sicuramente si va ad un indirizzo sbagliato, dove ci accoglierà satana per rubarci l'anima! Siamo diventati pattumiere piene di rabbia che si nascondono anche dietro ai santi. Quante volte dobbiamo dire basta con i falsi cristiani che usano il sacro per fingersi bravi! Dove ci stiamo incamminando, cosa cerchiamo? Sicuramente non la pace, quella pace che ha uno sguardo solare e il cuore di panna. Questo dobbiamo cercare dentro di noi: angoli d'amore che sanno essere migliori per amore di Dio. "Grazie, scusami, perdonami" questo dovrebbe uscire dalle nostre labbra. Giustificarsi non servirà più se abbiamo voglia di camminare in pace. Ciò che si semina avremo come cibo per la nostra anima.
Buongiorno amici, voi che vi sforzate di essere buoni e giusti. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il tagliaerba", di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
13/07/2018 16:33  

Il bene si può fare...

Il bene si può fare...

Sforziamoci ad essere più disponibili ad aiutare il prossimo, farlo significa essere in contatto con la volontà di Dio. Il bene si può fare, è tutta questione di impegno. Per fare il bene è necessario eliminare il male! Tutti abbiamo bisogno del bene, che sia materiale o spirituale e anche se a volte a chi si fa non lo capisce, va ugualmente fatto. Il bene porta i suoi frutti che vanno dalla salute alla semplice gioia del cuore.
Buongiorno amici rivoluzioniamo il mondo facendo del bene! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "lo zappaterra", di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
14/07/2018 21:08  

Se ti va....

Se ti va....

Se vuoi che gli altri ti rispettino, inizia tu a rispettare. Alcuni desideri di benevolenza si possono realizzare se saremo noi ad iniziare a lavorare prima su noi stessi; é tutta questione di buona volontà. Vuoi eliminare la cattiveria? Bene!!! Inizia a diventare buono. Vuoi eliminare la maleducazione, la prepotenza, i vizi, la violenza, ...? Basta che lo desideri veramente iniziando a lavorare dalla tua casa e subito avrai ottimi risultati! Amici, essere migliori costa fatica e sottomissione a Dio, se c'è questo in noi tutto diventerà più facile e tutto si trasformerà in luce vera. Dovremmo sì essere in competizione con i fratelli, ma solo per gareggiare per compiere del bene! Non possiamo appoggiare il gioco delle tante "iene" che non aspettano altro che formare un grande esercito di maleducati, senza moralità, per distruggere la bellezza del creato trasformando tutto in violenza, sopraffazione e morte. Ricordiamoci che anche Dio ha il suo fortissimo esercito sulla terra, se ne vuoi far parte basta dire no al male! Ci sono molte cose che solo noi possiamo decidere.
Buongiorno a voi, esercito di pace. Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, "il soldato di fanteria", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
15/07/2018 12:11  

Meditazione spirituale della quindicesima Domenica del Tempo Ordinario.

Meditazione spirituale della quindicesima Domenica del Tempo Ordinario.

La gioia deve essere stabile, perché stabile è la presenza di Cristo in noi, attraverso la sua misericordia. La stabilità della gioia sta' nel chiedere i sacramenti con fede, come il sacramento della confessione che tutti dovremmo fare. Come il sacramento della confermazione che alcuni ancora non hanno ricevuto. Come il sacramento del battesimo; per non dire poi il sacramento della comunione: l'Eucaristia che ci unisce a Cristo e completa la nostra misera umanità. Poi la gioia sarà piena se la nostra vita si completerà col sacramento della Infermità, olio Benedetto per gli ammalati, i morenti e per chi ha bisogno di conforto. Avvicinarsi a questi doni ci renderà sereni e gioiosi, altrimenti continuiamo a fare come abbiamo sempre fatto, la libertà sta anche in questo.

Piccolo pensiero Mariano

Figli della Provvidenza, ascoltate e mettete in pratica le parole del Vangelo. Chi non lo fa non può comprendere la gioia eterna, la serenità terrena. Basta fermarsi e ascoltare ciò che mio figlio vuole dirvi, siate ascoltatori della parola e audaci nel metterla in pratica.

Buongiorno amici, viviamo per aiutarci. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "l'inginocchiatoio", di Dio. Amen.


  (GALLERIA IMMAGINI)
15/07/2018 12:14  

Lode al Signore

Lode al Signore

Lode al Signore

Lode al Signore

Lode al Signore

Lode al Signore

Lode al Signore

Lode al Signore

.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
16/07/2018 07:29  

Quanto ci costa?

Quanto ci costa?

Festa della Madonna del Carmine -auguri a voi tutti che portate questo nome Glorioso

Misuriamo bene i nostri confini, la nostra proprietà, i nostri beni terreni... Mettiamo ai nostri confini paletti e cordespine per non farci entrare nessuno... Nessuno dovrà o potrà varcare i confini, magari mettiamo anche la scritta "proprietà privata" e "attenti al cane... e al suo padrone"! Che tristezza porta chi è così attaccato ai beni terreni, alla "proprietà". Questa tipologia di persone in genere si riconosce dai loro atteggiamenti, dai loro sguardi e da come parlano. Con questi confinanti la guerra è assicurata, amici! Vicini che vogliono farsi dire che sono delle brave persone, ma poi guardano "il pelo nell'uovo", vogliamo farsi dire che sono onesti, però non accettano chi sbaglia...
Amici non possiamo avere una vita fatta di prepotenza nascosta e vanagloria esposta, ben visibile, con atteggiamenti sgradevoli, pensando di escludere Dio dalle nostre cose! Ora chiedo: Dov'é il nostro cuore? Diamoci una risposta vera.

Buongiorno amici. Vi auguro di iniziare questa settimana nella totale, vera, conversione. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il vagabondo", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
17/07/2018 14:41  

il tempo vola...

il tempo vola...

Perché alcuni di noi per fare delle semplici cose impiegano tanto di quel tempo che quasi fanno passare la voglia di aspettare?! E' possibile che non ci accorgiamo che il nostro tempo è limitato e va consumato nel suo tempo? Cerchiamo di essere più veloci e meno complicati, le cose che pensiamo di fare, vanno snellite e non certo col dire "poi..., dopo lo farò". Non possiamo vivere pensando che tutto poi si farà; è bello invece vivere con l'idea che io, intanto, lo sto già facendo. Perciò amici, svegliamoci dalla lentezza e iniziamo a sfruttare le ore e i giorni in una maniera buona, bella e positiva. Non facciamo attendere il tempo, perché il tempo non ci attenderà! Quello che possiamo fare oggi facciamolo, perché domani non si sa se riusciremo a farlo! Per questo non rimandiamo l'occasione per gioire, per sperare, costruire, amare, pensare e così via...
"Chi ha tempo non aspetti tempo!" Buona giornata a voi tutti di cuore! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il cronometro", di Dio. Amen.


La luce che cercavi | Corso XXV archi, Roccaravindola, 86070 | (IS) - ITALIA | Tel: 349 50 75 948 |