LaLuceCheCercavi

Sito Cattolico

Piccola Medjugorje

Banner

 
   
  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
20/09/2018 22:08  

Partecipi.

Partecipi.

Pensiero del mattino 20 settembre -
Ann. Stimmate di San Pio da Pietrelcina..

Non prendiamo in giro le cose sacre, come la casa di Dio, luogo prelibato per assaporare la Sua grande Misericordia. Impariamo le regole celesti, semplici ed accessibili a tutti. Non contestiamo questi luoghi ma confrontiamoci con quello che questa grande casa di Dio ci dà. Casa di preghiera, casa di ascolto, dove chi accetta sa che deve essere migliore degli altri. Allora se ultimamente questi santi luoghi sono quasi vuoti è perché non viene accolto il messaggio d'amore e di perdono. Le nostre case sono come queste chiese, a volte con ospiti che arrivano volentieri, altre volte con persone che non hanno voglia di amare ciò che vi si proclama. Si amici, facciamo come i santi che quando entravano in questi luoghi di culto rimanevano estasiati. Dio in queste sue case vuole parlarci e ascoltarci per aiutarci ...le chiacchiere facciamole con chi non ha voglia di pregare. Buongiorno amici, con affetto vi auguro una splendida giornata. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il portalettere", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
19/09/2018 22:12  

Un libro..

Un libro..

Pensiero del mattino
19 settembre 2018 - memoria di San Gennaro vescovo e martire- Patrono di Napoli.

Se ti dovesse far male ciò che leggi non leggerlo. Chissà perché per alcuni di noi leggere a volte diventa una impresa e ci costa fatica specialmente se in disaccordo con la nostra linea di vita. In larga parte le buone letture nessuno la pratica, ...troppo impegnative e faticose (dicono gli svogliati per non leggere). Chi non ascolta non legge neanche, basta poco per capire chi si ha difronte. Il linguaggio della lettura ha una sua caratteristica che è quella della profonda sensibilità che si assapora leggendo col cuore e interiorizzando ciò che si legge. Imparare a leggere bene deve essere per tutti prioritario se si vuole cogliere il significato di ciò che è scritto. Mai leggere in fretta è come quello che divora il cibo velocemente e non assapora il gusto esaltante delle varie pietanze. Si scrive per amore, ma si scrive anche per la perdizione ...sono scelte di gusti e ognuno fa come crede asseconda di ciò che gli piace, ma se vogliamo Dio nel cuore scegliamo di leggere cose che possono gratificare la nostra anima. Buongiorno amici.
...A pagina 16 del Vangelo c'è una parola per te...
Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, "il cestino della carta", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
18/09/2018 20:05  

Conquistiamo la serenità...

Conquistiamo la serenità...

Pensiero del mattino 18 settembre 2018

Cosa abbiamo deciso di fare per non cadere nella trappola delle agitazioni? Cerchiamo di impegnarci come possiamo per raggiungere un equilibrio psicologico verso tutto ciò che ci disturba. É inutile andare alla ricerca di persone ritenute "più vicine a Dio", per trovare la "ricetta facile" per star bene; tutto il rispetto per queste sante persone ma dobbiamo essere innanzi tutto noi a cambiare stile di vita, perché il bene l'abbiamo dentro ed è sempre disponibile per donarsi a noi. Tutti dobbiamo vincere le lotte col sorriso e questo si può fare solo se desideriamo il bene Supremo. Non lasciamoci prendere da consigli o informazioni sbagliate, la nostra scelta deve essere per la pace, per il bene. Abbiamo tante indicazioni che ci vengono dal Vangelo, seguiamolo ed imitiamolo per vivere sani e belli sia dentro che fuori. Buongiorno amici, sia il nostro parlare "sì sì, no no"! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il raccogli carte", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
17/09/2018 20:38  

Chi ci crede vivrà

Chi ci crede vivrà

Pensiero del mattino
del 17 settembre 2018

Chi sa realmente come si prega e perché bisogna pregare? Troviamo il tempo di pregare se vogliamo sentire la vicinanza di Dio. Cerchiamo di non recitare la preghiera trascinandola monotonamente. Spesso sentiamo dire: "io prego" e poi vediamo che non c'è coerenza nell'agire, infatti ci si comporta male, per esempio non si rispettano i luoghi sacri, ci si lamenta delle prediche, si sparla del prossimo per non dire dei tradimenti alle proprie famiglie. Amici pregare bene significa lavorare per se stessi e per Dio. Ditemi secondo voi: chi prega e poi si comporta da incivile dove ha riposto le sue speranze, forse nei suoi arroganti atteggiamenti di "esisto solo io"!? Questo modo di pensare non è benaccetto a Dio. Proviamo a pregare bene e sicuramente ne vedremo i frutti. Buongiorno amici, la preghiera è il nutrimento futuro.
Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "l'inginocchiatoio", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
16/09/2018 20:35  

Pensiamo alle opere buone

Pensiamo alle opere buone

Meditazione spirituale della domenica XXIV del tempo ordinario - 16 settembre 2018.

Segniamo il nostro passaggio su questa terra con opere buone e fruttuose. Trascuriamo tutto ciò che inganna e che porta alla dannazione eterna. Chi crede, non ha bisogno di cercare, perché si vive già in quello che si crede. Gesù Cristo figlio di Dio, avversario di Satana, nemico dei misfatti, produce bene dove gli viene richiesto. Lasciamo che Lui possa agire in noi e noi stessi possiamo far sì che il bene si manifesti a chi bene vuole. Gesù è presente in noi se lo desideriamo. "Amato Gesù, io ti desidero vieni in me".

Piccolo pensiero Mariano

Figli amatissimi, il mio non è un rimprovero, ma portare l'uomo alla ragione. Come potete vivere creando disordine, creando guerre, come potete vivere se non progettate per il futuro? Questo mondo passerà, rimarrà solo il regno di mio figlio; la chiave per entrarci è accogliere gli infelici, quelle anime che nel silenzio sopravvivono nella speranza che qualcuno di voi possa donare ciò di cui hanno bisogno. Io come madre vi vorrei portare tutti nel mio cuore per difendervi dal maligno, ma non tutti accettano questo mio amore.

Buongiorno amici, per favore Ricordiamoci di andare a Messa, confessione e comunione e fare carità. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "lo spazzacamino", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)

memoria dell'Addolorata Vergine Maria.

memoria dell'Addolorata Vergine Maria.

Pensiero del mattino 15 settembre 2018 -

Un detto napoletano recita: "Chi tiene a mamma è ricc e nun o Sap"
Ecco amici, a volte le nostre mamme sanno nascondere tante di quelle cose che solo loro possono farlo!Cerchiamo di non far soffrire le nostre mamme, troviamo sempre una parola bella per loro, incoraggiamole ad essere madri con gesti di figli, incoraggiamole ad essere donne speciali e regine della casa, donne della famiglia, specchio della santità. Non esistono mamme cattive, ma madri che hanno dovuto con sofferenza fare delle scelte che Solo Dio sa! Il cielo ha uno sguardo per loro; in noi c'è la gioia di essere abbracciati da loro che sanno Consolare, ascoltate in silenzio; nelle nostre madri c'è la grazia speciale che proviene direttamente dall'alto; maltrattarle non coviene ci attireremo l'ira di Dio!
Le madri non sono "usa e getta", chi fa questo non potrà mai e poi mai sentirsi realizzato. Le madri sono catalizzatori dei dolori dei figli perché loro stesse soffrono per non farci soffrire facendo da parafulmine. Chi ama la mamma, chi la rispetta, avrà Grazie speciali dal cielo. Se non sei in pace con tua madre è il momento giusto per cercarla.
Buongiorno amici, una preghiera per le nostre mamme che sanno soffrire senza farsene accorgere. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il mammone" di Dio. Amen
ore 8:00 santo rosario in diretta streaming sito www.lalucechecercavi.net


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
14/09/2018 20:30  

Cerchiamo sempre

Cerchiamo sempre

Pensiero del mattino 14 settembre 2018 -Esaltazione della Santa Croce.

È difficile dare consolazione a chi per anni ha sofferto, a chi per anni ha subito. Sì è vero, consolare delle persone che hanno avuto nella loro vita solo mortificazioni e delusioni è molto difficile. La vita a volte sembra accanirsi sempre di più su queste anime doloranti, anime speciali. Sicuramente l'occhio di Dio è su di loro e sulle loro sofferenze che si avvicinano a quelle del figlio suo Gesù. Una grande tenerezza e apprezzamento per queste persone che hanno dovuto sempre lottare per non andare a finire in un precipizio senza ritorno. Ed ecco che allora Scatta un plauso a queste belle creature che con le loro mortificazioni hanno saputo tirare avanti la propria croce, una croce a volte sanguinante che non hanno mai lasciato, neanche un minuto, senza guardare indietro. È questo che dobbiamo capire, noi tutti, essere più convinti che ognuno può, se vuole, riuscire a salire la montagna della vita tirando dietro la propria croce! ...quello che accadrà alla fine lo sapremo sempre. Buongiorno amici, siate generosi con le vostre Croci! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il tonificante", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
13/09/2018 20:25  

Attenzione...Non fatelo...

Attenzione...Non fatelo...

Pensiero del Mattino 13 settembre 2018

Vi prego, voi che trattare male gli animali: Non fatelo più! Voi non potete immaginare che sofferenza date a noi che li amiamo. Non abbandonateli lungo le strade, nei boschi o altri luoghi, loro piangono come noi perché si sentono traditi da chi hanno amato senza riserva. Non usate violenza con manganellate e calci ma date carezze e ditegli che li amate. Se non lo sapete si mortificano e piangono proprio come noi. Tutti gli animali, dal più piccolo al più grande, hanno una sensibilità nobile più sviluppata di noi. Per questo amici si dice chi non ama gli animali non ama il creato. Amiamo i nostri animali domestici a dispetto di chi non lo fa.
Spesso le persone che trattano male gli animali sono cattive anche con gli esseri umani ...cosa ci si può aspettare da questi!
Perciò amici se vedete qualcuno maltrattare o abbandonare queste belle creature di Dio, segnalateli alle autorità competenti, se non vogliamo essere anche noi complici davanti a Dio e agli uomini di questi misfatti diabolici. Gli animali a volte sono meglio delle persone: né tradimento, né aborto, né omicidi, suicidi, cose che non conoscono perché sanno solo donare amore. Buongiorno a tutti amici, accarezzate i vostri animali! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il veterinario", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
12/09/2018 20:25  

Falsi poteri...

Falsi poteri...

Pensiero del mattino
12 settembre 2018

Perché il mondo si divide sempre tra chi è d'accordo e chi non lo è, tra chi si crede re e chi servo? A cosa serve "essere migliori" se poi calpestiamo la dignità altrui? Che grande illusione abbiamo nella nostra vita, pensiamo solo a come sopraffare il prossimo e a mostrare quanto siamo forti. Una lotta senza senso che non porta benessere, ma la distruzione del seme dell'amore che Dio ha piantato in noi tutti, fin dalla nascita. Dare il proprio aiuto a chi ne ha bisogno, da questo si rinnova l'amore. L'accumulo dei nostri tesori, quali che siano, non avranno mai il valore che ha un centesimo che gira per fare economia! Vivere di egoismo non ci destina al paradiso.
Buongiorno amici, rompiamo i nostri schemi sempre uguali! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il matterello", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
11/09/2018 12:23  

Forse siamo così

Forse siamo così

Perché nonostante molte cose vadano male si continua a vivere in maniera disordinata? Cosa ci spinge a credere di poter vivere senza essere aiutati da nessuno? A differenza nostra, Dio non trova pretesti per non aiutarci, anzi soffre perché non chiediamo a lui l'aiuto di cui abbiamo bisogno. Facciamo una profonda riflessione sulla nostra indifferenza verso Dio, ci accorgeremo che siamo vuoti di perdono, di amore, di comprensione, di linguaggio naturale verso il nostro prossimo, vivendo una vita disordinata. Non sappiamo più essere sottomessi a Dio. Ecco allora che chi non ha speranza è solo perché non ha Dio, che è speranza, Dio che è perdono, Dio che è ascolto, Dio che è amore e misericordia. Chi invece ha tutte queste grazie le donerà senza indugio ai propri fratelli. Una famiglia che non rispetta Dio vive sola e non fa piaceri a nessuno, perciò è necessario evangelizzare soprattutto attraverso la buona educazione e col buon esempio. Poi, dove si può, si lascia la parola, la predicazione, la spiegazione, la testimonianza. Se vogliamo essere di Dio facciamo entrare Dio nel nostro cuore e assaporeremo le sue meraviglie.

Buongiorno amici, usiamo la cortesia dell'amore! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il carburatorista", di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
10/09/2018 12:20  

Tradimenti...

Tradimenti...

Perché ci stiamo allontanando da Dio, dalla sua parola, perché lo abbiamo messo all'ultimo posto? Cos'è che ci sta dando in più questo mondo per vivere senza l'educazione cristiana ? Mi pare che sia solo la gioia del peccare e le sue trasgressioni. Ci muoviamo solo per dare soddisfazioni alla carne: tutto quello che si fa lo si fa per accontentare gli occhi, l'udito, la bocca, lo stomaco... Niente per l'anima! Ognuno fugge dalle cose di Dio, anche quelli che la domenica ancora riescono ad andare a messa: il tempo necessario di trascorrere quei 20 minuti abitudinali, ma poi si torna ad essere quelli di prima, privi di tenerezza. Dio non si oppone se nella nostra vita vogliamo stare senza di lui, come chi si sposa solo civilmente o al "niente più battesimo", prima comunione, ...per non parlare del sacramento della confessione, della cresima e di tutto ciò che riguarda la Chiesa. Niente più religione e se stai lontano dalle cose sacre certamente sarai un Dio sulla terra! L'autodistruzione sta' andando avanti, non risparmia nessuno. Nonostante tutto Dio, compassionevole, riesce a stare vicino a noi.
Buongiorno amici impegniamoci per meritare un po' di più. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il raccogli frutta", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
09/09/2018 12:15  

Meditazione spirituale della XXIII domenica del tempo ordinario - 9 settembre 2018.  L'esempio buono viene da Dio

Meditazione spirituale della XXIII domenica del tempo ordinario - 9 settembre 2018. L'esempio buono viene da Dio

Tutto ciò che facciamo e diciamo di buono nasce dallo Spirito Santo. Chiunque può manifestare la sua gioia Verso Dio con le opere Sante. Gesù l'uomo di Dio, figlio di Dio, il Santo di Israele è sempre presente in noi attraverso le intenzioni Sante. Ogni parola detta col cuore lui la santifica. Provate a fare come ha fatto lui che ha fatto parlare i muti, ridato la vista ai ciechi e l'udito ai sordi, con la stessa parola "effatà!"; con lo stesso fervore e amore e ne vedrete i frutti.

Piccolo pensiero Mariano

Figli amatissimi il cielo piange per il grande tradimento del mondo verso mio figlio. Riparate il male con azioni d'amore! Non sprecate il tempo a seguire idoli che non salvano ma portate Dio nei vostri cuori: la parola di mio Figlio è salvezza pura! Per poco ancora, per poco ancora, per poco ancora e ogni cosa avrà la sua risposta.

Buongiorno amici, viviamo intensamente la nostra fede! vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il penitente per amore", di Dio. Amen.
Vi ricordo che questa sera alle ore 17:00 dalla Cappellina "Piccola Medjugorje", sul sito www.lalucechecercavi.net, ci sarà l'adorazione eucaristica in diretta streaming.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
08/09/2018 12:10  

Solo Dio sa.

Solo Dio sa.

Chi di noi può dire di conoscere cosa c'è nel cuore delle persone che frequentiamo? Magari, vedendole serene, pensiamo che non hanno nessun problema, poi, invece, parlandoci ci accorgiamo che dai loro occhi esce dolore e tristezza. Mai giudicare: l'apparenza a volte può ingannare! Il segreto del cuore solo Dio potrà leggerlo. Il cuore creato come un muscolo diventa la sede segreta della nostra vita. Il cuore non tradisce mai adattandosi al carattere della persona, si dice che come si ha il cuore così si ha il viso. Il cuore può essere come una piuma, morbido e caldo, ma anche freddo come una pietra. Un cuore indurito, un cuore che non prova emozioni. Il linguaggio del cuore è alla portata di tutti, ma non il suo contenuto.
Per evitare che il nostro diventi un cuore indurito è necessario consacracarlo totalmente al cuore di Gesù e di Maria e amerà sempre.. Buongiorno amici. Abituiamo il nostro cuore ad essere mite . Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "il cardiologo", di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
07/09/2018 12:10  

Un po' d'ordine...

Un po' d'ordine...

È necessario fare pulizia dentro di noi, magari iniziando da questa mattina e se ci accorgiamo che nel nostro cuore alberga l'odio è bene eliminarlo chiedendo aiuto a Dio. Se addirittura proviamo piacere nel fare del male al nostro prossimo é necessario distruggere subito questo nostro atteggiamento con una buona confessione. Infatti se la nostra inclinazione è verso le cose cattive, verso il disordine morale, è necessario fare subito un bagno di spirito Santo per cancellare al nascere il problema. Il nostro Essere va curato ogni giorno e bisogna fare “pulizia” per tenere sempre tutto perfetto, quasi come facciamo per tenere a posto la nostra casa, curandola ogni giorno. Cosa significa? Che Nel disordine non può esserci Dio, ma anzi fa avvicinare il male più facilmente. L' ordine porta beneficio sia al corpo che all'anima. Perciò amici se abbiamo il vizio di fare cose non belle sforziamoci di liberarci velocemente dei pensieri negativi per non cadere nella trappola del “non me ne importa di nessuno”; Mentre se benediciamo la giornata con i buoni propositi sicuramente Dio prenderà possesso del nostro cuore. Buongiorno amici. Un abbraccio forte a tutti con grande affetto. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “lo spazzino”, di Dio. Amen.

Santo Rosario in diretta streaming ore 8:00
sito wwwlalucechecercavi.net


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
06/09/2018 12:05  

Le prove...

Le prove...

Tutti dobbiamo fare dei sacrifici, dal più piccolo al più grande, nessuno escluso. Tutti dobbiamo affrontare la vita con le sue difficoltà offrendo i nostri sacrifici. Dove sacrifico non c'è Dio non dona. Per questo é necessario che lo stare bene dev'essere accompagnato dal sacrificio di ognuno. Lo stesso Gesù prima di Risorgere è passato per il sacrificio della Croce. Il premio ai nostri sacrifici equivale a vedere la sistemazione della famiglia e la buona salute. La Vergine Maria nelle sue apparizioni fa richiesta di sacrificio (anche solo dei piccoli digiuni a pane ed acqua!) per ottenere le grazie. Per questo amici, ad esempio, evitiamo di lamentarci quando facciamo pellegrinaggi e magari il letto è scomodo: offriamo al Signore! Se si mangia male o è troppo lungo il viaggio ...sopportiamo, potremmo essere stati messi alla prova senza saperlo! Più grazie si chiedono e diversi sono i tipi di sacrificio da affrontare. Anche tenere la bocca chiusa a volte porrebbe essere utile per ottenere una grazia. Il sacrificio serve per fare le fondamenta alla nostra vita. Poi ci sono i cosiddetti lamentosi che i loro sacrifici li fanno fare ad altri!!! Ma quanto valgono davanti a Dio? Buongiorno amici, offriamo qualche piccolo sacrificio, c'è la mano di Dio. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, "lo zappatore nella terra", di Dio. Amen.


   

La luce che cercavi | Corso XXV archi, Roccaravindola, 86070 | (IS) - ITALIA | Tel: 349 50 75 948 |